Investment scam

Investment scam, che cos’è e come difendersi

 

 

Cresce il numero dei cosiddetti Investment Scam, che sfruttano schemi Ponzi, corsi per diventare milionari, piattaforme di trading fasulle: come non cascarci

 

La trasformazione digitale ha cambiato anche le abitudini di investimento degli italiani. Siamo da sempre un popolo di risparmiatori, affezionati a prodotti tradizionali, come i buoni fruttiferi postali. Negli ultimi anni, però, è aumentato l’interesse verso gli investimenti online, e con esso, si moltiplicano anche i casi di chi cerca di approfittarsene, con il cosiddetto Investment Scam.

È quanto emerge dall’ultimo Rapporto sulle scelte di investimento delle famiglie pubblicato dalla Consob, l’autorità che si occupa di vigilare sui mercati finanziari in Italia. Leggendo il documento, però, troviamo un importante punto su cui riflettere.

La mancanza di competenze economiche-finanziarie fa cadere più facilmente vittime di truffe. Infatti, continuano ad aumentare i casi di Investment Scam, ovvero raggiri fatti con la promessa di guadagni elevati, facili e immediati.

Spesso questi tentativi di truffa sono maldestri, ma possono avere conseguenze molto serie sui tuoi risparmi. Ti abbiamo già parlato del Social Engineering e del Money Muling, cyber-truffe particolarmente insidiose. In questo articolo, vogliamo segnalarti le modalità più frequenti con cui attori senza scrupoli o autentici criminali possono provare a sottrarti denaro con l’Investment Scam.

Attenti agli schemi Ponzi

Si tratta della classica “catena di Sant’Antonio” in versione digitale. In questo caso i truffatori useranno il denaro raccolto dai nuovi investitori, per remunerare quelli esistenti. In pratica non esiste alcun guadagno, ma una piramide che si regge finché viene alimentata da nuove truffe, finché tutto crolla.

Per funzionare, quindi, uno schema di Ponzi ha bisogno di trovare sempre nuove persone che verseranno denaro su un conto corrente o attraverso piattaforme come PayPal.

Il “reclutamento” avviene attraverso messaggi sui social network e, purtroppo, attraverso legami di amicizia. Infatti, un segnale d’allarme tipico di questa truffa riguarda l’invito a coinvolgere i tuoi famigliari e colleghi nell’investimento.

Diffida dei corsi che “fanno diventare ricchi”

In questo caso, il gancio per far partire la truffa è una figura che si auto-promuove attraverso i social network. Mostrerà uno stile di vita sfarzoso con ville e auto di lusso. I suoi profili saranno pieni di frasi motivazionali su come avere successo. Ovviamente non sarà gratis scoprire come effettivamente guadagna.

Ti inviterà a pagare corsi che, in alcuni casi, arrivano a costare svariate migliaia di euro. Di fatto non si tratterà di contenuti illegali, anche se difficilmente faranno crescere il tuo patrimonio.

Purtroppo, a volte, questi sedicenti guru ti convinceranno a investire denaro nella propria impresa, senza condividere con te alcun prospetto informativo o senza parlarti dei rischi ai quali ti esponi. Per fortuna è facile smascherare queste figure. Spesso basta una semplice ricerca su Google per scoprire che, al di fuori dei profili gonfiati sui social network e, magari, del proprio sito personale, non c’è traccia di loro. Nessuna testata ha mai parlato di loro e non risultano ricoprire alcun ruolo in nessuna azienda.

 

truffa sugli investimenti investment scam 1200x630 1

 

Truffe dai call center: un fenomeno in crescita

Ora ci spostiamo verso una pratica del tutto illegale che, sfortunatamente, non accenna a diminuire. In questo tipo di truffa verrai contattato da un call center per conto di società di trading oppure da broker che proveranno a disorientarti con tecnicismi o dati manipolati. Leggeranno uno script per convincerti a investire in prodotti ad alto rischio come le criptovalute che – è bene ricordarlo – dall’inizio dell’anno hanno perso quasi il 50% del valore.

In Italia questo tipo di telefonate “a freddo” è vietato, ma le chiamate spesso partono da Paesi con una regolamentazione più allentata. Sono tentativi che molte volte hanno successo, perché chiedono di partire con piccole somme, in genere tra i 200 e i 500 euro. Denaro che, quasi sicuramente, andrà perduto, perché sarà difficile tanto disinvestirlo quanto intascare gli eventuali profitti da piattaforme opache, con commissioni elevate.

Quindi ti consigliamo vivamente di non lasciarti sedurre e di riagganciare subito se ricevi questo tipo di telefonata.

Le piattaforme fasulle per gli investimenti in azioni

Si tratta di una truffa che si è diffusa nell’ultimo anno ed è spesso veicolata tramite un SMS. Anche in questo caso, l’adescamento avviene attraverso la promessa di un guadagno facile con un piccolo investimento. Di frequente, vengono pubblicizzate azioni di aziende famose, come Amazon.

Uno dei messaggi più diffusi, raccontati in questo articolo, è: “Amazon batte la pandemia e continua la grande crescita +46%! Chi ha investito online 200 euro ha generato un secondo stipendio!”. Ovviamente si tratta di informazioni false. Ma non è questo il punto.

Cliccando sul link contenuto in questi messaggi verrai dirottato verso piattaforme di trading manipolate che, mostrando dati fasulli, ti illuderanno di guadagnare denaro, salvo non permetterti di recuperare neppure un centesimo.

 

truffa sugli investimenti investment scam 800x420 1

 

Come non cadere vittima dell’Investment Scam

Con questo articolo non stiamo dicendo che tu debba rinunciare a investire, anzi. Vogliamo solo ricordarti chei prodotti con rendimenti maggiori sono quelli più rischiosi, con maggiori possibilità di perdita e quindi bilanciamento e diversificazione sono i due principi fondamentali per un portafoglio di investimenti in salute.

Il miglior modo per valutare che tipo di investimenti fare, quindi, è consultarti con un consulente finanziario professionista, lasciando da parte broker truffaldini e sedicenti guru dell’investimento fai-da-te.

In generale, prima di affidare il tuo denaro a qualcuno, ti invitiamo a seguire le semplici regole segnalate dalla Consob:

  • Chiedi il nome ufficiale della società, per cercare su Google dov’è la sua sede legale e il sito internet;
  • Chiedi quale ente l’ha autorizzata e il numero di autorizzazione, che può essere utile per compilare un eventuale esposto nel caso rilevassi comportamenti poco trasparenti.

 

Se vuoi aggiornamenti o maggiori informazioni sull’argomento ed altri temi correlati, contatta i nostri mediatori creditizi lasciando un messaggio attraverso la form di contatto che trovi qui.

 


VoceArancio
22 settembre 2022